Chi sono

Photo courtesy Joe Brady

Sono Massimo Pinciroli e la passione per la fotografia ha sempre accompagnato la mia vita, tanto da poter dire che sono cresciuto a pane, salame… e fotografia.

Stanco delle inquadrature con cui mamma e papà infliggevano mutilazioni a me ed agli altri soggetti, a cinque anni mi sono impadronito della macchina fotografica di casa guadagnandomi l’appellativo di “fotografo di famiglia”. Una decina di anni più tardi, mentre tutti gli amici sceglievano il colore del motorino da farsi regalare, io contrattavo di poter (far) spendere una cifra equivalente… per l’acquisto di una reflex ed un ingranditore. I nuovi strumenti mi permettevano di dare il via ad un lungo periodo di sperimentazioni che, fra mille evoluzioni, prosegue tutt’oggi!

Il livello di competenza raggiunto grazie al tempo trascorso con pellicole e fotocamere, anziché sui libri di scuola, faceva in modo che venissi notato ed ingaggiato da una importante multinazionale del settore fotografico. Fù così che a neanche vent’anni iniziavo a girare l’Italia per occuparmi di formazione nel settore della stampa presso laboratori, studi fotografici, rivenditori, associazioni e fotoclub. Negli anni novanta ho curato l’apertura di oltre venti centri di sviluppo per una importante catena di grande distribuzione, occupandomi della formazione “fotografica” del personale che, nella quasi totalità dei casi, non aveva conoscenze specifiche.
Con l’avvento del nuovo secolo torno ad occuparmi di materiali di consumo fotografici, dedicando da subito una particolare attenzione all’evoluzione e diffusione della stampa a getto d’inchiostro, allora ai suoi albori. E’ in questo periodo che, alle sperimentazioni in camera oscura, affianco quelle con le prime stampanti inkjet di grande formato, con i loro software di gestione e con le neonate soluzioni di gestione del colore, arrivando a stampare immagini od intere mostre per numerosi fotografi, sia famosi che esordienti.

Ulteriori evoluzioni professionali mi portano, negli ultimi quindici anni, ad allargare i miei interessi anche verso la ripresa, con una particolare attenzione alle tecniche di illuminazione. Le nuove competenze si aggiungono al mio background, diventando via via preponderanti e portandomi alla realizzazione di decine di videotutorial ed un intero videocorso sull’argomento “lighting”.

Perchè ABC fotografia

Nel corso degli anni ho tenuto innumerevoli incontri di formazione ed approfondimento su svariati temi fotografici ed ho creato una gran quantità di contenuti, sia per il web che per la carta stampata.
L’idea che mi ha spinto ad attivare ABC fotografia è innanzitutto quella di creare una sorta di archivio in cui poter condensare, in modo organico, gli argomenti trattati per renderli accessibili e fruibili con semplicità, senza bisogno di dover rimbalzare fra vari siti web e le scansioni di qualche rivista cartacea.

 

ABC fotografia vuole però essere anche uno strumento di condivisione pensato per i partecipanti ai miei corsi di ogni livello, che potranno avere accesso a risorse dedicate e riservate, ma anche per chiunque sia appassionato di fotografia e abbia necessità di approfondire qualche argomento tecnico.

Infine, ho scelto il nome ABC fotografia per ricordare sempre che, anche i concetti più complicati devono essere illustrati con la massima semplicità possibile. Mi auguro di riuscirci.

Buona lettura.

Disclaimer

Sebbene molti articoli di ABC fotografia siano relativi a specifici prodotti ed accessori fotografici, nessun contributo è mai stato ricevuto in relazione ai pareri espressi, a garanzia di una totale imparzialità di informazione e di giudizio.

Nei testi pubblicati, tuttavia, possono comparire riferimenti ai prodotti sotto forma di link verso selezionati siti di e-commerce che, in caso di acquisto, riconosceranno contributi di modesta entità i quali verranno interamente reinvestiti nello sviluppo di ABC fotografia. (c.d. affiliate marketing)

Massimo Pinciroli
Holler Box